iten

Musei

Museo di Villa Pignatelli

Mercoledì, 11 Maggio 2016 14:36
(0 Voti)

Affacciata sulla bellissima e panoramica Riviera di Chiaia, Villa Pignatelli costituisce uno dei migliori esempi di architettura neoclassica di Napoli. L'edificio, progettato da Pietro Valente nel 1826, divenne proprietà del principe Diego Aragona Pignatelli Cortes dopo l’Unità d’Italia. Questi ne mutò l’arredo adattandolo al suo gusto eclettico, tipico di fine Ottocento. La residenza è caratterizzata da una pianta quadrata: la facciata principale della villa è preceduta sul fronte meridionale da un imponente portico di ordine neodorico – che richiama alla mente le villa pompeiane -, mentre l’ingresso è dal lato opposto, fronte raggiungibile, secondo il Valente, direttamente in carrozza. La villa è circondata da un giardino all’inglese e impreziosita da una serie di piccoli e graziosi edifici come la torretta neogotica, la serra e un tipico chalet svizzero.

La bellezza della struttura, la sovrapposizione di stili e soprattutto la particolarità degli arredamenti fanno sì che Villa Pignatelli sia una vera casa-museo. La villa dispone di 3 piani: il piano terra, dimora nobiliare, offre una ricca collezione di porcellane orientali del Settecento e dell'Ottocento. Splendidi sono i tre salottini che costituiscono il cuore della dimora: quello azzurro, che presenta alle pareti fotografie dei proprietari e degli illustri ospiti che hanno animato la vita della residenza; il sontuoso ed elegante salotto rosso che mette in comunicazione il neopalladiano vestibolo con la neoclassica veranda; infine il salotto verde: da qui si accede sia alla sfarzosa biblioteca che alla sala da pranzo: qui c’è in esposizione un ricco servizio di piatti di casa Pignatelli.

Oltre alle argenterie da tavola, le famiglie che hanno abitato la villa hanno avuto un particolare interesse collezionistico. Non mancano infatti pregevoli suppellettili, mobili ottocenteschi, oggetti in bronzo ed oro, candelabri ed orologi. Tra le collezioni più interessanti ci sono le ceramiche e le porcellane provenienti dalla Cina, dal Giappone, da Limoges in Francia, da Zurigo e Vienna. Tra le porcellane più preziose vi sono quelle di Meissen e della napoletana Real Fabbrica di Capodimonte. Infine da non perdere è il museo delle carrozze: aperto al pubblico nel 2014 ed ospitato in alcuni ambienti delle antiche scuderie, presenta finimenti, bardature e altri accessori connessi all'arte carrozziera, oltre alla raccolta di carrozze donate dal marchese Mario d'Alessandro di Civitanova.

Il Museo Diego Aragona Pignatelli Cortes, considerato uno dei più interessanti in Europa sul tema, si trova alla Riviera di Chiaia, 200 ed è facilmente raggiungibile sia dalla zona est della città (stazione centrale, aeroporto e porto) che da quella occidentale. E’ aperto tutti i giorni dalle 8.30 alle 14.00, la biglietteria chiude un’ora prima; chiuso il martedì. Il costo del biglietto è di €2. La Villa ospita anche mostre d’arte il cui accesso può prevedere l’acquisto di un altro biglietto.

514

Rent a Bed sas di Maurizio Tiso & C.

Via Marino e Cotronei, 10 c/o studio Cima
80128 - Napoli
Partita Iva: 07513130638

Info e Contatti

L'ufficio è aperto da Lunedi a Venerdì Orario: 9.00-18.00. Sabato e domenica è possibile contattarci via mail: info@rentabed.com

  • Tel. +39 392 3174864
  • Tel. +39 320 1107764

Seguici sui Social