iten

Musei

Museo Diocesano

Mercoledì, 11 Maggio 2016 14:35
(0 Voti)

Fortemente voluto dal Cardinale di Napoli Sepe, il Museo Diocesano è stato inaugurato nel mese di ottobre del 2007. Esso si struttura essenzialmente in due chiese, la seicentesca chiesa di Santa Maria Donnaregina Nuova e la trecentesca Donnaregina Vecchia. I due edifici religiosi, posti uno di fronte l’altro, si trovano sul Largo Donnaregina, a due passi dal Duomo, e sono facilmente raggiungibili poiché non distanti dalle fermate Cavour (linea 2) e Museo (linea 1).

Della chiesa di Donnaregina Vecchia abbiamo ampiamente parlato in questa pagina, descrivendone la struttura e narrandone la storia. Dal punto di vista museale, essa espone il monumento funebre a Maria d’Ungheria – con le cui donazioni l’edificio fu ricostruito dopo il violento terremoto del 1293 – e lo splendido coro delle monache. Raggiungibile tramite una scala posta vicino all’ingresso della chiesa, il coro è una delle più importanti testimonianze artistiche presenti a Napoli poiché custodisce uno dei più grandi cicli di affreschi mai realizzati in città.

Nonostante il danneggiamento di un incendio datato 1390 che ne ha privati di parte del colore, gli affreschi si mostrano ancora in tutta la loro bellezza. Realizzati nella prima metà del Trecento nel corso di soli 15 anni, essi sono di difficile attribuzione. Gli studiosi infatti non sono concordi nell’attribuzione delle opere: gli affreschi potrebbero essere stati realizzati verosimilmente da Pietro Cavallini, Filippo Rusuti e Simone Martini (con le relative botteghe) ma alcuni vedono anche la presenza della mano di Giotto.

Ciò che è certo è che più mani lavorarono a questo straordinario ciclo che raffigura in controfacciata il Paradiso, il Giudizio Universale e l’Inferno; scene della Passione, della Morte e della Resurrezione di Cristo sulla parete orientale - qui sono presenti anche raffigurazioni di Santi e le storie di Sant’Elisabetta d’Ungheria; infine, sulla parete opposta vi sono storie di Santa Caterina e Sant’Agnese, oltre ad Apostoli, Profeti e Adorazione dei Magi.

La visita al museo prosegue con la chiesa Santa Maria Donnaregina Nuova, che ne costituisce il nucleo principale. I visitatori possono ammirare le magnifiche cappelle, gli ambienti ai lati e dietro il presbiterio, sacrestia, antisacrestia, “comunichino” e “passetti”, cioè i passaggi da un ambiente all’altro. Al primo piano si trovano una serie di sale che espongono opere d’arte tematizzate – dalla Passione di Cristo alle Vite Consacrate – fino alle sale in cui sono esposti reliquie, oggetti preziosi, sculture e paramenti sacri. Tra le opere d’arte più importanti presenti nel museo ricordiamo i dipinti di importanti esponenti della scuola napoletana come Luca Giordano, Francesco Solimena, Massimo Stanzione, Aniello Falcone e Andrea Vaccaro.

515

Rent a Bed sas di Maurizio Tiso & C.

Via Marino e Cotronei, 10 c/o studio Cima
80128 - Napoli
Partita Iva: 07513130638

Info e Contatti

L'ufficio è aperto da Lunedi a Venerdì Orario: 9.00-18.00. Sabato e domenica è possibile contattarci via mail: info@rentabed.com

  • Tel. +39 392 3174864
  • Tel. +39 320 1107764

Seguici sui Social