iten

I Quartieri del Centro

Pendino

Mercoledì, 11 Maggio 2016 14:51
(0 Voti)

Compreso nella seconda municipalità insieme ad Avvocata, Montecalvario, Mercato, San Giuseppe e Porto, il Pendino è un piccolo quartiere della zona est del centro di Napoli. Confinante con Porto, Mercato, San Lorenzo e San Giuseppe, il quartiere ha origini greche come dimostrano i resti delle mura situate nell’attuale piazza Vincenzo Calenda. Anche i romani abitarono in questa parte di Napoli: in vico dei Mannesi, i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale fecero emergere un complesso termale.

Oggi il Pendino si sviluppa intorno ad alcune importanti arterie stradali: Corso Umberto I (che collega Piazza Garibaldi e la stazione ferroviaria con il centro turistico della città), Via Duomo, la strada lungo la quale si trova la Cattedrale di Napoli, e Corso Garibaldi, una lunga strada che collega la stazione con Piazza Carlo III dove si trova il Real Albergo dei Poveri. Inoltre all’interno del Pendino si trovano piazze centrali nella storia della città – come Piazza Mercato e Piazza Nicola Amore su Corso Umberto I.

Il quartiere è parte del centro storico napoletano e condivide con esso i tanti piccoli vicoli e stradine, quel labirinto di viuzze che caratterizzano il reticolato partenopeo. E’ facilmente raggiungibile grazie alle fermate di Piazza Garibaldi linea 1 e 2 e ai numerosi autobus che lo attraversano. L’uscita della tangenziale più vicina è Corso Malta.

Pendino è uno dei quartieri più ricchi di architettura d'epoca e, in particolare, di suggestivi edifici religiosi. Tra tutti citiamo la Basilica santuario di Santa Maria del Carmine Maggiore, una delle più grandi basiliche di Napoli, esempio unico del Barocco napoletano. Situata in Piazza Carmine – adiacente a Piazza Mercato, teatro di alcuni dei più importanti avvenimenti della storia della città – l’edificio religioso presenta uno splendido campanile da cui si gode di una meravigliosa vista su Napoli, e custodisce importanti opere realizzate dai principali artisti partenopei come Luca Giordano, Santafede, De Mura oltre a Mattia Preti. Nella basilica si trovano le spoglie di alcuni partecipanti della famosa Rivoluzione Napoletana del 1799, stroncata nel sangue.

Fra gli altri edifici religiosi del quartiere Pendino meritano una visita la Basilica della Santissima Annunziata Maggiore con accanto la “Ruota degli Esposti”, il buco dove venivano abbandonati i bambini poveri, l’amata Chiesa di Santa Croce e Purgatorio al Mercato e la Chiesa dell'Immacolata Concezione e San Gioacchino. Molto bella è Piazza Mercato – luogo della decapitazione di Corradino di Svevia -, ornata da due settecentesche fontane-obelischi e dalla fontana dei Delfini da dove, secondo la leggenda, Masaniello arringava la folla.

612
Altro in questa categoria: « Porto Montecalvario »

Rent a Bed sas di Maurizio Tiso & C.

Via Marino e Cotronei, 10 c/o studio Cima
80128 - Napoli
Partita Iva: 07513130638

Info e Contatti

L'ufficio è aperto da Lunedi a Venerdì Orario: 9.00-18.00. Sabato e domenica è possibile contattarci via mail: info@rentabed.com

  • Tel. +39 392 3174864
  • Tel. +39 320 1107764

Seguici sui Social