iten

I Quartieri del Centro

Stella

Mercoledì, 11 Maggio 2016 14:47
(0 Voti)

Con i suoi 31.000 abitanti in meno di 2km quadrati, Stella è uno dei quartieri più densamente popolato di Napoli. Situato nel cuore del centro antico della città, confina con i quartieri Avvocata, San Lorenzo e San Carlo all’Arena – con il quale condivide diverse strade. Costituisce anche la via di accesso alla zona collinare di Capodimonte, con il suo splendido bosco e Museo. La notorietà del quartiere Stella è dovuta a due fattori primari: l’inclusione al suo interno del famoso Rione Sanità e la presenza di numerose attrazioni, palazzi storici, chiese e catacombe.

Visitare il quartiere Stella significa calarsi nelle viscere di Napoli e della sua parte più popolana, passeggiare tra le bancarelle e i banchi di frutta e verdura che invadono le strade, alzare lo sguardo e vedere i panni stesi tra un palazzo e l’altro. Una delle sue caratteristiche è l’aver mantenuto intatto il sentimento popolare grazie anche ad un limitato sviluppo urbanistico: ciò ha determinato una concentrazione nei tipici vicoli e gradoni di un elevato numero di abitanti.

Il quartiere deve il nome alla cinquecentesca chiesa di Santa Maria della Stella anche se esso è noto principalmente per il Ponte Sanità. Lungo 118 metri, unisce due importanti strade cittadine - via Santa Teresa degli Scalzi e corso Amedeo di Savoia – in origine denominate Corso Napoleone; queste due strade collegano Stella con la Reggia di Capodimonte. Proprio l’uscita della tangenziale di Capodimonte costituisce il modo più facile per raggiungere il quartiere. Le alternative sono rappresentate dalla metropolitana – fermate Museo linea 1 e Cavour linea 2 - e i bus che partono dal centro storico e che lo attraversano (R4 – C51, C52, C53 e C63).

Sono tantissime le cose da vedere nel quartiere Stella, uno dei più importanti della “Napoli sotterranea”: nei suoi confini infatti si trovano le Catacombe di San Gennaro che risalgono al II secolo, quelle di San Gaudioso e di San Severo; il famosissimo Cimitero delle Fontanelle, noto per la presenza di migliaia di teschi. Tra gli altri complessi cimiteriali ci sono le Tombe di Materdei: risalenti al III millennio a.C., venivano utilizzate come luoghi di sepoltura; gli Ipogei greci, antichi siti cimiteriali sotterranei del IV-III secolo a.C. e infine la Necropoli greca di via Santa Teresa degli Scalzi, anch’essa del IV secolo a.C.

Numerosi anche gli edifici religiosi che meritano attenzione. Su tutti citiamo la Basilica dell'Incoronata Madre del Buon Consiglio (con la sua bellissima fontana della Duchessa), al di sotto della quale vi sono le Catacombe di San Gennaro; la Chiesa di Santa Maria della Sanità; la chiesa di Santa Teresa degli Scalzi; e quella di Santa Maria Antesaecula, situata nell’omonima strada, la via dove nacque Totò. Non mancano edifici civili di grande importanza storica ed architettonica come il Palazzo del Principe di Sannicandro, il Palazzo dello Spagnolo e Palazzo Sanfelice. Da vedere anche l’Ospedale di San Gennaro dei Poveri – al cui interno si trova la Basilica di San Gennaro fuori le mura – e il monumentale Palazzo Calabria.

544
Altro in questa categoria: San Lorenzo »

Rent a Bed sas di Maurizio Tiso & C.

Via Marino e Cotronei, 10 c/o studio Cima
80128 - Napoli
Partita Iva: 07513130638

Info e Contatti

L'ufficio è aperto da Lunedi a Venerdì Orario: 9.00-18.00. Sabato e domenica è possibile contattarci via mail: info@rentabed.com

  • Tel. +39 392 3174864
  • Tel. +39 320 1107764

Seguici sui Social